Fine 2020: uno spunto di riflessione

prepping spunti di riflessione sul 2020

Il 2020 è giunto al termine

L’epidemia che ci ha colpiti quest’anno ha fatto avvicinare al prepping molte persone che prima non lo conoscevano: forse anche tu che ci stai leggendo ora. Forse, prima dell’arrivo di questo virus, neanche pensavi che la tua vita potesse essere sconvolta da un evento simile.
Il vaccino è arrivato con molta più rapidità rispetto alle previsioni che abbiamo fatto alcuni mesi fa e nel corso dei prossimi mesi, probabilmente, pian piano tutto tornerà alla normalità.

Per quanto stare chiusi in casa non abbia fatto piacere a nessuno, la maggior parte di noi ha dovuto convivere soltanto con un po’ di noia e il blocco di alcune abitudini quotidiane. Alcuni di noi, purtroppo, hanno perso i propri cari o i propri amici e hanno vissuto la disperazione di questi momenti. In molti hanno perso il proprio lavoro o hanno vissuto lunghi periodi senza entrate. Tuttavia, se stai leggendo, sei ancora vivo: non sottovalutare mai questo aspetto.

Con pandemie del genere, il rischio che si palesi uno scenario ancor più drammatico per l’intera popolazione è sempre dietro l’angolo, ma in questo 2020 non è stato così, pur trovandoci in una situazione tutt’altro che rosea con economia e fiducia nel prossimo davvero compromessa.

Avremmo potuto confrontarci con il blocco della Grande Distribuzione Organizzata o della raccolta dei rifiuti: non dare questi servizi per scontato. Nel “dietro le quinte” del nostro sistema-paese, ci sono una moltitudine di persone che lavorano e garantiscono questi servizi dai quali dipende la nostra vita: chi avrebbe voluto rischiare la propria incolumità, la propria salute in caso di un’epidemia ancor più grave?

Le città avrebbero potuto vivere enormi sommosse. I nostri ospedali sarebbero potuti collassare e, avremmo potuto aspettare molto di più per avere una soluzione a questo dannatissimo virus. Eppure, con un sacrificio immenso, ce la siamo cavata.

Ogni tanto mi fermo a riflettere su questo aspetto: come sarebbe andata se a marzo 2020 il mondo non fosse stato improvvisamente sconvolto dal Covid ma da qualcosa di ancor più grave? E tu, pensi che te la saresti comunque cavata?

Proposito per il 2021: #staysafe e mai abbassare la guardia!

Leggi anche: Prepping: buoni propositi per il 2021

Foto di Free-Photos da Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.