Realizzare capsule stagne con meno di 5€

Oggi si parla di Survival Capsule.
Di capsule stagne ultimamente se ne vedo molte in giro in ergal, in titanio e alluminio aeronautico, e alcune sono davvero degli oggetti di design fantastici. Un esempio: il kit VSSL di cui abbiamo parlato alcuni mesi fa. 
Pecca? Il prezzo. Vanno dai 12$ ai 200$. Inoltre le filettature di quelle in ergal o alluminio a lungo andare si inchiodano se non adeguatamente lubrificate.
Altre pecche? Se la perdi o si graffia la brunitura, beh, immagino che non sarai felice dopo aver speso tutto quel denaro. Sì, probabilmente sono solo molto belle da guardare 😀

Il sottoscritto, dopo averne perse 4 e devastate altre 2, ha trovato la soluzione alternativa.

(Vuoi ricevere gli articoli di Portale Sopravvivenza in anteprima sul tuo smartphone? Iscriviti al nostro canale Telegram)

Save The Money, Man!

Perché spendere cifre assurde per oggetti super tecnici che se mai dovessimo rompere o perdere, ci porterebbero all’incazzatura cosmica? Pertanto, ecco la soluzione “Save the money!”
Basta andare in un qualsiasi Brico, Leroy Merlin o quello che hai vicino casa. Fai un salto nel reparto idraulica e cercare i fantastici, immancabili e multiuso tubi in PVC.

Materiali necessari per la tua capsula stagna

Per costruire una capsula stagna ti basterà un tubo con guarnizioni, per l’appunto, stagne da 32mm (femmina/femmina) e 2 calotte (maschio), sempre da 32mm.

Per farti un’idea, ti lascio di seguito alcuni link dove prendere visione dei componenti. Purtroppo, non ho trovato la foto del tubo da 10cm, ma solo quello da 50. Tuttavia, ti garantisco che esiste. In questo caso, usa le foto per prendere spunto e per capire gli attacchi.

Tubo con guarnizioni | Leroy Merlin

Calotte da 32mm | Leroy Melin

Ora se trovi tutti i materiali giusti spenderai da 2 a 4 €, a seconda dello store.

Assemblaggio della capsula stagna

Immagino tu abbia già capito. Metti un tappo su ciascuna estremità del tubo e all’interno potrai metterci ciò che vuoi! Prendi ispirazione dai kit preconfezionati che trovi in commercio.
Io ne ho fatti un paio e li ho testati fino a 3 metri di profondità: reggono senza problemi. Magari si fa un po’ di difficoltà nell’aprirli e chiuderli ma vanno alla grande. D’altronde, per assicurare l’impermeabilità devono essere ben serrati.

Customizzazioni

Ovviamente puoi customizzarli a piacere. Ti basterà dipingerli a spray: ricordati però di usare del primer aggrappante prima del colore). Puoi farli camo, neri o come preferisci.
Inoltre, si prestano molto bene, e sono esteticamente molto belli, se aggiungete un “passante” in paracord (Leggi anche: Paracord: guida all’uso) o un aggancio per moschettone per appenderli allo zaino.

Puoi anche usare della colla per PVC ed incollare un anello (sempre in pvc) ricavato da una sezione di tubo oppure puoi ancora avvitare su un attacco. Ricordati di mettere del silicone sul filetto delle viti mentre avviti per rendere stagno di nuovo il tubo.

Insomma io l’alternativa te l’ho data. Ora sta a te sbizzarrirti!

Articolo di: Jilles C.
Revisione a cura di: Alessandro Mastrandrea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.