Igiene da sopravvivenza: i nostri consigli

Igiene da sopravvivenza - Consigli in caso di emergenza

In situazioni di emergenza è provato che l’igiene è puntualmente una pratica trascurata o ritenuta poco indispensabile.
Sarà che l’emergenza che stai vivendo ti assorbe completamente. Sarà che l’acqua è un bene prezioso in certe situazioni emergenziali, ma in molte situazioni la propria igiene personale è messa in secondo piano.

Niente di più sbagliato!
La scarsa pulizia può essere causa di infezioni, patologie, e in scenari molto gravi può causare vere e proprie epidemie.
Ecco alcuni consigli di “igiene da sopravvivenza” per scongiurare l’insorgere di questi problemi qualora ti trovassi in situazioni di emergenza.

(Vuoi ricevere gli articoli di Portale Sopravvivenza in anteprima sul tuo smartphone? Iscriviti al nostro canale Telegram)

Prenditi cura del tuo corpo

“Mens sana in corpore sano”. La nostra mente deve concentrarsi sulle criticità per poterle affrontare al meglio e, una scarsa pulizia, incide sul nostro corpo e di conseguenza sulla sua efficienza.
Le parti più sensibili e che devono meritare l’attenzione primaria sono le estremità, ovvero mani e piedi, seguiti da bocca e zone intime.

Igiene da sopravvivenza: mani e piedi

Quando maneggi del cibo, se non ti sei pulito a sufficienza le mani, ti esponi ad una potenziale infezione che, molto probabilmente non potrai affrontare al meglio a causa della scarsità di medicinali a disposizione. Se non hai a disposizione dell’acqua o se è un bene raro nel tuo scenario, utilizza salviette disinfettanti o gel disinfettanti come la nota Amuchina Gel (Leggi anche: L’indispensabile per il pronto soccorso, e  Come fare del disinfettanti per le mani” )

Se non disponi di sapone o igienizzanti, per diminuire la carica batterica delle mani, puoi usare un piccolo trucco: passarle nei capelli. Questi tratterranno eventuali impurità e agenti patogeni diminuendo la carica batterica delle mani.

Per quanto riguarda i piedi, batteri e funghi possono svilupparsi in ambienti poco puliti e umidi, soprattutto dopo aver portato per ore degli scarponi. L’insorgere di disturbi di tipo batterico possono divenire davvero fastidiosi, arrivando anche a compromettere la capacità di camminare correttamente. Una corretta pulizia può facilmente evitare questi problemi.

Igiene da sopravvivenza: bocca e denti

Hai mai avuto mal di denti? Questo dolore ti impedisce di fare sforzi (senti la zona “pulsare” e provoca dolore), impedisce di concentrarti (il dolore intercetta i nervi presenti nella mandibola e viene irradiato in tutta la testa) e chiaramente, impedisce una corretta masticazione e quindi il nutrimento.
Per prevenire questi fastidiosi inconvenienti è sufficiente inserire nel tuo equipaggiamento o nello zaino un piccolo spazzolino. Il mio consiglio è di prenderlo sottile e con durezza media, questo per preservare le gengive che, qualora lasciassero scoperti i denti provocherebbero nevralgie e ipersensibilità al caldo e al freddo.
Non è necessario usare il dentifricio, ma basta spazzolare i denti per pulirli e dimezzare la possibilità di avere problemi al cavo orale.

In mancanza di spazzolino potete strofinare anche delle foglie di salvia che hanno proprietà antisettiche e tranquillanti. Anche masticare queste erbe officinali contribuisce alla pulizia e alla tutela dei denti.

Igiene intima

È opportuno dedicare sufficiente attenzione all’igiene intima, dal momento che, se trascurata, può dar vita a problemi dai quali difficilmente si esce senza supporto medico. La principale minaccia sono le infezioni e i funghi. Per questo è opportuno inserire nelle proprie bug-out bag del sapone di Marsiglia. Questo sapone è a PH neutro e può essere usato anche per lavare indumenti e non irrita la pelle.

In conclusione, un piccolo oggetto come una saponetta possa fare davvero la differenza. In una situazione emergenziale non dobbiamo preoccuparci del semplice “odore” ma di tutela della propria salute, aggravata dal fatto che ti trovi in una situazione di emergenza dove in un eventuale piccolo problema di salute può comportare un grave rischio.

Se ti è piaciuto questo articolo, leggi anche:
Farmaci indispensabili per una bug out bag
Cinque erbacce commestibili che forse non conosci
Cinque modi per usare il Tampax in sopravvivenza

[Prima stesura: gennaio 2014 – Aggiornamenti: aprile 2020]
1 commento
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.