Fast Response: risposta rapida

Fast Response Prepping

Oggi parliamo di Fast Response, o FR (risposta veloce), una precisa skill che fa parte di diversi ambiti, dal prepping al bushcrafting fino a survivalism. Fast Response è quel “quid” o “input” immediato nel rispondere a un bisogno primario che può essere definito come istinto di preservazione o di sopravvivenza.

(Vuoi ricevere gli articoli di Portale Sopravvivenza in anteprima sul tuo smartphone? Iscriviti al nostro canale Telegram).

Fast Response: andiamo nel dettaglio

Il termine Fast Response è di origine militare ed è stato introdotto e applicato nel mondo del prepping di recente. Prima con il termine Fast Response si indicava le squadre di intervento rapido delle forze speciali degli eserciti di tutto il mondo.

In parole povere, la Fast Response viene in nostro soccorso in una situazione di emergenza quando siamo sprovvisti di kit, EDC o altri oggetti che di solito sarebbero necessari per affrontarla. È l’abilità di ingegnarci con ciò che abbiamo a disposizione.

Ad esempio, se dovessimo rompere la cinghia della pompa dell’acqua nella nostra auto si potrà usare un calzino o un collant per farla ripartire. Nel caso ci sia una ferita profonda possiamo usare la cintura come laccio emostatico e un pezzo di una camicia oppure una maglia per tamponare e così via….

Secondariamente, ma non meno importante, si intende per Fast Response anche quanto tempo impieghiamo per sopperire alla situazione di pericolo o emergenza.

Per molte persone è un meccanismo lento e macchinoso mentre per altre, magari più allenate, è naturalmente più immediato.
Questo tempo di latenza, detto Reaction Time, farà la differenza tra la riuscita della contromisura o il fallimento.
Per sviluppare la Fast Response non serve dedicare ore ed ore allo studio di tecniche teoriche, bensì serve applicare nella vita di tutti i giorni questa skill o approccio mentale.

È abbastanza chiaro che, nella vita di tutti i giorni, non ci troveremo ad affrontare eventi di rilevante portata (pensiamo a disastri naturali, guerre civili, dissesti sociali, ecc) ma piccoli problemi quotidiani.
Un buon inizio sarebbe cimentarsi nella riparazione “al volo” con ciò che abbiamo, come ingegnarci per riparare un oggetto rotto, pensare come poter sostituire gli oggetti di uso quotidiano con altri di fortuna e via discorrendo.

Ci sono decine di occasioni di cimentarci nella vita di tutti i giorni con la fast response. Se ogni giorno adotteremo questa mentalità, con molta probabilità il giorno in cui (speriamo mai) ci dovesse servire veramente avremo più possibilità di successo.

Rapporto di Fast Response

Utilizziamo un’equazione per spiegare meglio il concetto:IS (indice di sopravvivenza) = [Urgenza x FR ( fast response )] : RT ( reaction time )  

Più riusciamo a mantenere alto il nostro indice di sopravvivenza e ovviamente più probabilità di successo avremo. Affiniamo questa skill tutti i giorni e miglioreremo la nostra attitudine al survivalism migliorando nettamente anche la vostra mentalità e approccio alle piccole difficoltà quotidiane.

Un ultimo aneddoto prima di concludere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.