Europe Defender 20 e Coronavirus: facciamo chiarezza sul messaggio WhatsApp

Europe Defender 20 - Soldati americani in Europa

Nell’ultima settimana, grazie a WhatsApp si è diffuso in tutta Italia un lungo messaggio che racconta di 20.000 soldati americani sbarcati in Europa per un’esercitazione militare della NATO, la Europe Defender 20.

Mentre in Italia i titoli di giornali, le trasmissioni ed i social sono invasi dall’ormai tanto discusso “coronavirus”, proprio in queste ore 20.000 soldati statunitensi stanno sbarcando in ben 7 aeroporti europei e si andranno a sommare ad altri 10.000 militari statunitensi già presenti in Europa e ad altri 7000 militari provenienti da diversi Paesi europei.
Un totale di 37000 militari armati per quale scopo?
Per aiutare gli stati nel bloccare questo tanto esaltato virus o soccorrere chi lo ha contratto?
Assolutamente no!!! (….)

Il messaggio è davvero molto lungo ma non è proprio il caso di riportarlo tutto.

Nonostante numerose testate abbiano già cercato di fare chiarezza su questo tema, anche noi vogliamo contribuire. Come spesso accade, la notizia di per sé non è totalmente falsa: l’esercitazione Europe Defender 20 era in programma e si tratta del più grande dispiegamento di truppe degli Stati Uniti in Europa degli ultimi 25 anni. Ad essere sbagliato è l’uso che si fa di certe informazioni, soprattutto quando si cerca di far passare messaggi complottisti che contribuiscono a generare ancora più tensione tra la popolazione.

Cercando di essere sintetici, la teoria mette insieme il noto Coronavirus, l’Europe DEFENDER 20 e un pizzico di sovranità popolare: una bella accozzaglia di temi totalmente distanti tra loro.
Man mano che il messaggio virale ha girato tra la popolazione italiana, abbiamo infatti messaggi da parte degli utenti e telefonate da parte di parenti preoccupati. Caspita, i complottisti sanno davvero come fare del copywriting persuasivo!
Il nostro consiglio, quando siete nel dubbio sulla veridicità dell’informazione è fare sempre un giro su bufale.net o butac.it prima di condividere.

Forse ti può interessare l’articolo: “Una piccola guerra nucleare distruggerebbe la Terra

(Vuoi ricevere gli articoli di Portale Sopravvivenza in anteprima sul tuo smartphone? Iscriviti al nostro canale Telegram)

Europe Defender 20: era davvero un segreto?

Si tratta di un’esercitazione a cui partecipano 29 stati membri di stati firmatari del Patto Atlantico, guidati dagli USA: Belgio, Canada, Danimarca, Francia, Lussemburgo… Lo scopo di esercitazioni come queste è di far collaborare gli eserciti ed essere pronti ad ogni attacco o minaccia, migliorando le capacità delle forze alleate nel campo della logistica, del coordinamento e delle procedure di mobilità militare.

Tuttavia, ogni volta che si dispiegano eserciti per le esercitazioni molte persone vanno nel panico. L’esercitazione era stata annunciata? Sì, anche online, come sul sito eur.army.mil (US Army Europe) a cui viene dedicata un’intera sezione. È ovvio che in questi casi non se ne faccia una grande pubblicità. D’altronde, perché dovrebbe essere così?

Europe Defender 20: a quale minaccia si preparano i militari?

La NATO è nata nel 1949 dalle ceneri della Seconda Guerra Mondiale. Il suo scopo era ed è evitare che focolai di guerra, situazioni di instabilità o interessi di singoli stati potessero trasformarsi in conflitti dai quali sarebbe stato difficile uscire.
Probabilmente tutti noi sappiamo quale periodo sia stato successivamente la Guerra Fredda, con i suoi momenti di grande tensione tra le due superpotenze mondiali: gli Stati Uniti e l’URSS.

Finito il periodo da Guerra Fredda, la NATO ha continuato ad esistere perché, per farla breve, “prevenire è meglio che curare”. I nostri lettori prepper saranno d’accordo su questa affermazione 🙂
Gli eserciti partecipano quindi periodicamente ad esercitazioni, è un’attività del tutto normale svolta con cadenza annuale o biennale. Non si può imparare quando i conflitti sono già in essere! Questa esercitazione impiega semplicemente più soldati.

DAL POST.IT
La più importante esercitazione della serie prevede di simulare la risposta della NATO a un’aggressione militare subita da Lettonia, Lituania e Polonia, tre paesi che soffrono da tempo l’aggressiva influenza del governo russo.(…)
Non è un mistero che la NATO, e in particolare gli Stati Uniti e i paesi dell’Europa orientale, temano l’aggressività della Russia, soprattutto nella regione del Mar Baltico. La Russia, inoltre, porta avanti da anni una politica estera piuttosto aggressiva nei confronti dei paesi con minoranze russe, come l’Ucraina, l’Estonia e la Lettonia.
La NATO è un’alleanza militare nata nel 1949, di cui la Russia non ha mai fatto parte, neanche dopo la fine della Guerra Fredda. Gli Stati Uniti sono il maggior contributore della spesa militare della NATO, anche se il presidente Donald Trump si è dimostrato più volte critico verso l’alleanza.

L’esercitazione sarà annullata?

Chi scrive questo messaggio si chiede perché l’esercitazione non venga annullata dall’OMS data l’emergenza coronavirus.
“Sarà forse che i soldati USA hanno già un vaccino!? Saranno esenti dal contagio?” 😀 😀 si chiedono nel messaggio WhatsApp.

L’esercitazione era stata preparata quando l’epidemia da coronavirus era uno scenario altamente improbabile.
Prendere nuove disposizioni quando si orchestrano esercitazioni di questa portata non richiede uno o due giorni: stiamo parlando di 37mila soldati, non di una festa di compleanno!

Due brevi considerazioni prima di terminare:

  • A differenza della popolazione civile, i militari sono già preparati ad operare affrontando le criticità più disparate;
  • Come apprendiamo dal sito istituzionale di Europe Defender 20 sono già state segnalate le iniziative cancellate per venire incontro a questa situazione. Per chi volesse approfondire, le informazioni sono disponibili su edition.cnn.com
Total
12
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
uomo davanti a cascata - zaini impermeabili

Zaini impermeabili o zaini idrorepellenti: le differenze

Articolo successivo

#iorestoacasa: time management e consigli per sopravvivere alla quarantena

Total
12
Share