Cinque modi per usare il Tampax in sopravvivenza

come usare un tampax in situazione di emergenza

Conosciamo usi in sopravvivenza per così tanti oggetti, ma c’è un prodotto che la maggior parte dei survivalisti non considera. Di cosa stiamo parlando? Dell’assorbente interno. Ebbene sì, in certi giorni, un tampax è il migliore amico di una donna, ma in una situazione d’emergenza potrebbe tornare utile a tutti, uomini compresi.

Lo so, sembra un po’ strano, ma rimarrai sorpreso di quanto un tampax sia efficace in una situazione di sopravvivenza. In questo articolo vediamo perché sarebbe sempre utile portarsene dietro qualcuno nel nostro kit di sopravvivenza o nella BOB.

(Vuoi ricevere gli articoli di Portale Sopravvivenza in anteprima sul tuo smartphone? Iscriviti al nostro canale Telegram).

1. Usare un tampax durante il primo soccorso

Gli assorbenti interni sono sterili, sono pre-avvolti e sono progettati per essere ultra assorbenti (ma sul serio?), il che li rende ideali come bende di primo soccorso. La parte in cotone dell’assorbente può essere srotolata e quindi applicata alla pelle.

I tampax, in situazioni di emergenza, sono anche usati per fermare il flusso di sangue finché non accorrono i soccorsi medici. Seppur non sono in grado di fermare una emorragia arteriosa, possono essere impiegati per contenere la fuoriuscita di sangue. Lo so, nel caso specifico, l’ideale sarebbe avere con se un bendaggio israeliano, ma in caso di emergenza, avere un’alternativa non è così male.

2. Assorbente interno come esca

Il cotone è un’esca perfetta per accendere il fuoco. Se abbiamo con noi un assorbente interno possiamo allungarlo o dividere leggermente le fibre per aumentare le possibilità di riuscita nell’accensione del fuoco al primo colpo.

Possiamo anche separare l’assorbente interno in sezioni diverse che ci daranno più probabilità di accendere il fuoco. Se lo abbiamo, possiamo usare il tampax anche ricoperto di olio di vaselina per renderlo estremamente infiammabile.

Leggi anche: Accendere il fuoco con un’esca, Come realizzare il Char Cloth

3. Contenitore impermeabile per fiammiferi

Anche l’involucro di plastica in cui troviamo gli assorbenti interni può essere riutilizzato in sopravvivenza. Potremmo impiegarlo come contenitore impermeabile per i nostri fiammiferi e / o l’esca.

Il filo del tampax può essere utilizzato per legare la parte superiore dell’involucro e garantire ulteriormente che l’esca e i fiammiferi rimangano asciutti.

4. Stoppino per una candela improvvisata

Se ci troviamo in campeggio o a casa in una situazione d’emergenza e ci serve uno stoppino di emergenza per una candela di sopravvivenza, il filo di un assorbente interno è sicuramente una soluzione perfetta.

A seconda della lunghezza della stringa che hai a disposizione, la candela può durare da 20 a 40 minuti.

5. Usare il tampax per ricavare cordame

La stringa di un assorbente interno non ci fornirà un’enorme quantità di cordame, ma avere un po’ di cordame è sempre meglio quando ci si trova in una situazione di sopravvivenza.

Ad esempio è possibile separare la stringa di un tampax in singoli filamenti che possono essere utilizzati per impostare una piccola trappola. Potremmo rimanere sorpresi da quanti tipi di usi esistono per impiegare il cordame quando ci si trova in una situazione di sopravvivenza. Leggi anche: Paracord: la guida all’uso definitiva

Un assorbente interno è sicuramente un oggetto domestico molto utile che alcuni di noi forse non si immaginavano neanche. Saper usare un tampax in situazioni di emergenza o sopravvivenza è un vantaggio che potrebbe addirittura salvarci la vita! Incredibile, vero?

Conosci usi di sopravvivenza per i tampax che vorresti condividere con noi?
Faccelo sapere nella sezione commenti qui sotto!

Leggi anche:
Carta igienica: 6 alternative dalla natura
Il kit da pronto soccorso da emergenza estrema
Tamponare un’emorragia con mezzi di fortuna

Foto di Karolina Grabowska da Pexels

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.